Browsing Tag

mindfulness

arte

L’arte nella meditazione

Viviamo in una realtà prodotta dalla mente che immaginando crea pensieri, situazioni, che vanno a determinare le esperienze della vita e ad esse ci approcciamo attraverso il corpo, che è sia strumento di conoscenza, sia un tempio che va onorato e rispettato. Possiamo immaginarlo come una tela su cui si esprime l’inconscio, la parte di noi che non è illuminata dalla consapevolezza-coscienza e che si manifesta con i sintomi, ossia micro-narrazioni, con cui racconta quello che si agita nel nostro mondo interiore, in modo tale da farcene diventare consapevoli e consentirci di compiere un’azione con l’obiettivo di migliorarci ed evolvere. Come esseri umani siamo tutti uguali perché siamo alla ricerca della pace interiore e della liberazione dalla sofferenza, così ogni volta che le cose non vanno come vorremmo o cambiano sorge in noi la non accettazione poiché vorremmo controllarle. Mentre la cosa per noi giovevole è accettarle attivamente, cioè riconoscere che come sono ci turbano e che, se vinciamo ogni resistenza al cambiamento e agiamo secondo coscienza, possiamo diventare il mondo che vogliamo. Questo è l’artista, chi manifesta nel mondo di fuori una sofferenza che condivide con gli altri e se ne libera con un atto creativo, che è catartico e può avere varie forme, perché tutto è arte, quando è il prodotto di una ricerca che diventa libera manifestazione della propria unicità attraverso i risvegliati talenti. Per arrivare a rendere nella forma artistica quello che dentro di me si muoveva, ho iniziato a studiare il corpo attraverso la danza dall’età di 5 anni e successivamente ho iniziato a scavare dentro di me, affrontando dei percorsi di ricerca interiore. Sono diventata operatore olistico ed a livello accademico mi sono formata come Istruttore Meditazione Mindfulness. Ho studiato l’essere umano in svariati modi, tempi e culture e così mi sono ri-conosciuta e sono arrivata a comprendere che la stessa vita è un’arte ed ogni vita, ogni azione è un’opera unica, ogni essere umano è un artista che ha una sorta di dovere di condivisione delle scoperte e delle consapevolezze, poiché siamo tutti interconnessi ed immersi nel flusso dell’esistenza. Lo strumento che mi ha permesso di ascoltarmi, di lavorare su di me con l’obiettivo di una liber-azione è stata la meditazione, un’arte che consente a chi la pratica di riconoscere e liberarsi dalle gabbie della mente, dalle credenze e dal giudizio e rendere nella materia un nuovo modo di comportarsi, di pensare, di cucinare, di scrivere, di lavorare, di disegnare, di fare, allineato con l’essere. Liberarsi dall’auto-giudizio, dalla negatività, dall’aspettativa prodotti dalla mente ci porta a scegliere di poter vivere un’esistenza migliore ed attingere al talento che si nasconde, in ognuno di noi, dietro ferite. Viviamo credendo di non essere in grado di fare le cose, sabotandoci per paura di provare, di esporci, di essere giudicati, in questo modo ci castriamo e ci impediamo di vivere liberi solo perché un pensiero, privo di consistenza concreta, passa nella nostra mente e ci blocca. Il dolore è il trampolino, è il clic che consente all’artista di diventare alchimista del piombo in oro, dell’ombra in luce, della resistenza in creazione, della paura in amore. Il dolore va vissuto quando si manifesta e va trasformato in evoluzione, perché è un’esperienza inevitabile. La sofferenza invece è una scelta di opposizione al fluire degli eventi, di non vedere e proporre un modo nuovo di fare le cose, di non prendersi la responsabilità verso sé e gli altri di creare.

Dalla ricerca interiore, alla resa nella materia del dolore in forma artistica, passando attraverso la liber-azione delle emozioni: è così nato il progetto LUCI ED OMBRE POESIA E PITTURA “Resa nella materia del mondo interiore: una ricerca sull’esistenza propria e collettiva, una discesa negli abissi della mente, un monologo poetico della coscienza restituito attraverso la pittura.” L’arte è vita, è ricerca, è conoscenza di sè, è auto-guarigione e così ogni artista, ogni creatore, porterà il suo apporto per salvare il mondo.

Jasmine Di Benedetto