Performance

Teatro Antropologico

Teatro Antropologico

È un teatro antropologico il nostro, con cui vogliamo parlare alle persone delle persone, raccontare di storie che riguardano tutti e non solamente l’altro, perché l’altro sei sempre tu anche se c’è un altro corpo, un altro nome, ed un altro vissuto, perché è un altro che altro non è.
Vogliamo raccontare alle persone storie che, seppur lontane dalla loro storia personale, sono esistite ed esisteranno sempre se non si porteranno alla luce le credenze che le hanno generate.
Raccontiamo di persone e storie nascoste nell’ombra dell’inconsapevole “non mi riguarda” per trasformarle nella consapevolezza del siamo tutti interconnessi perché siamo tutti figli della stessa madre, madri degli stessi figli.
Raccontiamo affinché nessuno dimentichi quello che è stato ed è affinché non accada più.

Marco Luciani fisarmonica

Serena Lanzalonga voce

Jasmine Di Benedetto reading

Manuel Virtù chitarra

Poesia e pittura

Progetto artistico di POESIA E PITTURA

L’ARTE NELLA MEDITAZIONE

Quanta arte c’è nella meditazione e quanta meditazione c’è nell’arte e quanto la meditazione è una forma di arte?

Il mio progetto parte, torna, spiega e fonde tutto questo attraverso una resa di emozioni in versi dipinti sulla tela.

.

Versi e Musica: sulle tracce dei Gipsy

Il progetto nato in collaborazione con Maestro Manuel Virtù e Marco Luciani, unisce antropologia e musica che, insieme, fungono da guida in questo viaggio al fianco di popoli nomadi. Partendo dall’India nel XI sec. d.C., con delle popolazioni del Nord che saranno chiamate Rom e Sinti  a seconda della loro precisa localizzazione geografica originaria, ci muoveremo nel tempo e nello spazio fino a giungere in Europa.

I due gruppi etnici presentano caratteristiche specifiche che li differenziano, ma sono accomunati dalla spontanea passione per la musica, scrigno della loro identità culturale. Si sono mossi tra popoli e nazioni europee e, venuti a conoscenza della cultura del posto in cui si fermavano di volta in volta, diedero vita a fusioni artistiche, musicali, sincretismi da cui nacque il FLAMENCO in Spagna, il JAZZ MANOUCHE di Django Reinhardt in Francia, il BALKAN FOLK nei Balcani.

Questo e tant’altro è quello che, la mia voce narrante e le note musicali di una chitarra ed una fisarmonica, vi racconteranno durante i nostri spettacoli.

Danza

Il mio percorso nella danza inizia a 5 anni e nel corso del tempo si specializza nelle danze storiche e di rievocazione, si è articolato con vari spettacoli ed eventi sotto la formazione della maestra Maria Cristina Esposito, i più noti sono:

il LABORATORIO DI MUSICA ANTICA ANNO IV, realizzato dal Centro studi per la musica antica dall’associazione culturale CAMPUS DI MUSICA MUZII – D’ANNUNZIO. “Adriano Banchieri: Il Festino nella sera del giovedì Grasso avanti cena”,

le rievocazioni storiche presso Boston College, Boston, Massachusetts (USA),

le rievocazioni storiche della città di Gorizia, Ascoli Piceno, Cento, Elice, Breno, Chieti, Pescara, Sulmona, Cesky Krumlov, Burghausen,

il Laboratorio di Danza del Teatro Marrucino di Chieti/Teatro Lirico d’Abruzzo,

il LABORATORIO DI MUSICA ANTICA ANNO II “Progetto Monteverdi”.