Blog

PLANETerra

Credevo di essere costretta a tornare qui, come tutti, perché avevo delle lezioni sospese da imparare, finché stando ferma vidi la bellezza intorno a me attraverso i miei sensi tornati di colpo puri e svegli.

Vidi la luce delle vette scintillanti di neve, le piume colorate del colibrì, i fili d’erba verde brillante e le gradazioni di blu del mare.

Sentii le formiche farmi il solletico sul collo del piede, mentre i raggi del sole mi scaldavano la punta del naso infreddolita ed il profumo dei gelsomini attraversava le narici.

Toccai il tronco ruvido di un saggio albero e le pietre lisce sul bagnasciuga levigate dalle onde del mare. Ascoltai il canto di una civetta notturna, mentre bevevo un succo di uva trasformato in vino al chiaro di una notte di luna piena.

Dentro una stanza ricostruisco attraverso i ricordi un pianeta ed oggi so che ogni volta che tornavo era solamente perché era qui che volevo stare!

Jasmine Di Benedetto

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply