Antropologia della vita quotidiana

Essere umani

A noi “umani” risulta così difficile comprendere che ogni essere sulla terra sta facendo la sua esperienza di vita e che siamo tutto e siamo nulla e di sicuro non siamo autorizzati a stabilire il giusto e lo sbagliato nella vita altrui, per vari motivi compreso il fatto che sono due etichette culturali ed in quanto tali non naturali, quindi non universali. Cosa è normale e cosa no, cosa è giusto e cosa no e soprattutto dove come quando e per chi. Giovevole è una cosa diversa. Giovevole è frutto di una scelta di coscienza e si sa che la coscienza è amorevole. La coscienza punta al bene collettivo, non è razzista, non vede diverso, non separa ma unisce. La coscienza vibra alto. La coscienza è condivisione ed è condivisa, è per sua natura collettiva, è un canale di accesso ad uno spazio universale, al divino.

Perdiamo così tanto tempo, fiato ed energia a dire “se fossi io farei così…”o frasi simili. Tutto questo spreco che spacciamo per eroismo è perdita, stasi, immobilità, paura di lavorare sui propri nodi, è giocare a salvatore dell’universo, forse per tentare di salvarsi per interposta persona.

Jasmine Di Benedetto

“La riproduzione di informazioni e notizie è lecita purché non sia effettuata con l’impiego di atti contrari agli usi onesti in materia giornalistica e purché se ne citi la fonte.”

Art. 101 comma 1 della legge 633/41 sulla protezione del diritto d’autore.

Previous Post Next Post

You Might Also Like